ITALIAN VERSION

Il 31 ottobre 1517, sul portone della chiesa della cittadina tedesca di Wittenberg, un giovane monaco affigge un testo destinato a cambiare per sempre la storia d’Europa e del mondo intero. Il monaco si chiamava Martin Lutero, e il testo che affigge sono le 95 tesi, comunemente ritenute la base ideologica della Riforma Protestante.
Sono pochi gli atti individuali che hanno provocato un effetto così profondo nella Storia, e meno ancora negli studi teologici. Nulla fu più lo stesso; le conseguenze della Riforma si possono rintracciare nei campi più svariati: politica, economia e architettura sono solo alcuni esempi di come le azioni di Lutero si siano ripercosse ben oltre i dibattiti religiosi che, è quasi superfluo ripeterlo, furono rivoluzionati per sempre. A cinque secoli esatti da questo evento storico è possibile voltarsi indietro e riflettere in maniera quasi oggettiva sui diversi effetti che ha provocato. Le tensioni di un tempo sono ormai solamente un ricordo, e questo ha permesso la produzione di numerosi studi accademici e culturali virtualmente imparziali.
Sebbene chi scrive è convinto di possedere delle discrete abilità di sintesi, ridurre tutte le diverse ripercussioni della Riforma Protestante in un solo articolo sarebbe un affronto all’intelligenza del lettore. Dall’altra parte, questo è non solo un argomento importante di per sé, ma sta anche particolarmente a cuore a chi scrive. Per queste ragioni ho deciso di fare de I Lutero di oggi una serie di articoli e interviste in cui, con l’aiuto di esperti, indagheremo sia gli effetti storici della Riforma, sia le influenze che essa continua ad esercitare al giorno d’oggi.
Spero di venire perdonato per quello che riconosco essere un lunghissimo “alla prossima puntata”, ma credo che inquadrare l’importanza dell’argomento fosse necessario prima di buttarmi direttamente nel primo capitolo della serie.

 

ENGLISH VERSION

It was the 31 of October 1517 when a young monk affixed a document on the gates of the small town of Wittenberg, Germany; that text was destined to change European and World History forever. The monk’s name was Martin Luther, and the document he was affixing was “The 95 theses”, which is universally recognised as the ideological backbone of the Protestant Reformation.
There are very few acts carried out by a single individual that had such a profound impact on theology, and even fewer on History. Everything changed. The repercussions of the Reformation can be felt in many different fields: politics, economics, and architecture are just a sample of how Luther’s actions went far beyond changing “only” religious debates forever. Five centuries later, it is now possible to look back on this historic event and its implications objectively. The old tensions have become nothing more than a memory, which made it possible for countless academic studies to be conducted on this subject in a virtually impartial manner.
Despite strongly believing in my writing abilities, summarising every repercussion of the Reformation in a single article would be both impossible and an insult to the reader’s intelligence. Moreover, this topic is one that is dear to me, on top of being very important per se. It is for these reasons that I decided to write “The Luthers of Today” as a series of articles and interviews with experts, each exploring both the effect the Protestant Reformation had throughout history, and those effects that we still feel today.
I hope to be forgiven for what I know is just a massive cliff-hanger, but I think that setting the context and the importance of this topic was necessary before I ventured on the first chapter of the series.